Librino, cerca di far esplodere proprio appartamento pur di non cederlo al vicino

Librino, cerca di far esplodere proprio appartamento pur di non cederlo al vicino

CATANIA – Impegnativo intervento di soccorso pubblico compiuto da agenti delle volanti del Commissariato di Librino e dell’U.P.G.SP. in un appartamento di Viale Grimaldi 15, dove è stato sventato lo scoppio di una bombola di gas lasciata deliberatamente aperta dal proprietario di un appartamento con la chiara intenzione di distruggere l’abitazione. 

La decisione dell’uomo sarebbe stata conseguenza di continue liti con il vicinato.

La volante del Commissariato di Librino, mentre transitava per il Viale Grimaldi ha notato un uomo correre a piedi e l’ha bloccato: chieste spiegazioni del perché stesse correndo, l’uomo ha spiegato che aveva deciso di lasciare aperta la bombola del gas del proprio appartamento, preferendo distruggerlo piuttosto che cederlo ad un vicino che lo pressava per ottenerlo. Gli agenti, compreso immediatamente il pericolo concreto al quale erano esposti i numerosi condomini del grosso complesso abitativo, si sono immediatamente recati sul posto, proprio mentre sopraggiungeva una Volante dell’U.P.G.S.P. nel frattempo allertata da un vicino.

A quel punto, i poliziotti hanno rotto la cabina dei contatori, provvedendo così a staccare la corrente elettrica a tutto il palazzo e, mentre correvano per le scale, hanno avvisato tutti i condomini di evacuare le rispettive abitazioni.

Giunti all’appartamento dell’uomo, facendo ingresso hanno trovato la casa già satura di gas: le finestre erano state chiuse. Dopo aver aperto gli infissi, hanno chiuso il rubinetto della bombola del gas; dopodiché sono sopraggiunti i Vigili del Fuoco che hanno messo in sicurezza l’immobile.

L’appartamento è stato posto sotto sequestro e il soggetto, sottoposto ad accertamenti sanitari, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di tentata strage.

Immagine di repertorio

Commenti