Librino: cani maltrattati, droga, armi, rame e materiale esplosivo rinvenuti in uno stabile

CATANIA – Le unità operative delle volanti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico con il personale del reparto prevenzione crimine, pattuglie della squadra cinofila e squadra a cavallo, personale del nucleo artificieri, del locale gabinetto di polizia scientifica, della polizia provinciale e della polizia locale hanno effettuato, su specifiche direttive del questore Marcello Cardona, un servizio di controllo del territorio nel quartiere di Librino.

In uno stabile sono stati trovati 69 grammi di hashish e 38 grammi di marijuana. Gli agenti hanno, poi, sentito dei cani ringhiare e, richiesto l’ausilio del servizio veterinario dell’ASP, sono andati a verificare lo stato di salute degli animali.

10 cani erano in pessimo stato ed in condizioni igenico-sanitarie precarie, tra cui uno particolarmente maltrattato, probabilmente utilizzato per combattimenti. Le bestiole sono state sequestrate e affidate in giudiziale custodia ad un canile. 

Sotto una tettoia è stato rinvenuto un revolver con la matricola abrasa, e all’interno di uno scantinato è stata trovata una notevole quantità di rame con le rispettive guaine e lavatrici. Infine, all’interno di un altro garage è stato rinvenuto materiale esplosivo e pirotecnico illegale e 7 bombe carta, recuperate dagli artificieri.

Gianluca Caruso, il proprietario dello stabile, si trova ai domiciliari in attesa della convalida dell’arresto.

DSC_0347

Commenti