Gela, maxi sequestro di 700mila euro per un imprenditore

Gela, maxi sequestro di 700mila euro per un imprenditore

GELA – La direzione investigativa antimafia di Caltanissetta ha sequestrato beni per 700mila euro a d Alberto Cammarata, imprenditore 44enne di Gela.

Il provvedimento – emesso dal tribunale nisseno – riguarda una società che ha sede a Milano e opera nella realizzazione di appalti pubblici. Cammarata non è nuovo a sequestri di questo tipo: già nel novembre dello scorso anno la Dia aveva sequestrato immobili e conti correnti per oltre 3 milioni di euro.

L’imprenditore è ritenuto vicino al boss Piddu Madonia – esponente di Cosa Nostra gelese – e sarebbe stato in affari proprio con lui: avrebbe destinato alle famiglie mafiose ingenti disponibilità finanziarie in cambio di interventi finalizzati ad imporre le forniture di inerti.

In questo modo Cammarata – grazie alle protezioni mafiose – avrebbe assunto un ruolo di leader nel settore delle forniture e del trasporto dei materiali impiegati per la realizzazione di opere pubbliche e private.

 

Commenti