Fondachello: dopo 10 giorni di agonia è morto Paolo Spina

Fondachello: dopo 10 giorni di agonia è morto Paolo Spina

FONDACHELLO – Una corsa parallela alla vita per dieci giorni e poi, oggi, il capolinea. È morto stamattina alle 8.30 Paolo Spina, il trentaquattrenne che il 6 luglio scorso è stato coinvolto in un gravissimo incidente automobilistico mentre viaggiava a bordo del fedele compagno di vita, il suo scooter. Dopo il disastroso impatto avvenuto in via Immacolata, in prossimità dell’incrocio con la via Amato (parallela di via Spiaggia) le condizioni del giovane sono apparse subito gravi. 

Era di Fiumefreddo il giovane dal sorriso inconfondibile. L’impatto è avvenuto con una Fiat Punto. Nonostante gli immediati soccorsi del 118 e dell’elisoccorso che, nel frattempo, era atterrato in via Pietralonga e trasportato la vittima al Cannizzaro di Catania, ben poco c’è stato da fare. 

Il ragazzo aveva riportato un profondo trauma cranico nonostante indossasse il casco protettivo perché ha urtato con violenza contro il selciato e si era anche procurato delle ferite al viso e a una gamba.

 

 

 

 

Commenti