La tragedia delle sorelle di San Giovanni La Punta, sole anche dopo la morte: non si trovano i parenti

La tragedia delle sorelle di San Giovanni La Punta, sole anche dopo la morte: non si trovano i parenti

CATANIA – Da due giorni si cercano i parenti delle due sorelle trovate morte martedì pomeriggio a San Giovanni La Punta. Dai primi accertamenti sembra che Pina e Gianna Mammino siano morte in totale solitudine.

Fin da subito, la polizia municipale, guidata dal comandante Roberto Cona, ha tentato di rintracciare i parenti, ma con esito finora negativo. Le due sorelle non si erano mai sposate e avevano sempre vissuto insieme.

Secondo le ispezioni, quando sono stati trovati, i due corpi erano privi di vita da 48 ore. Il primo allarme è stato lanciato da alcuni vicini, insospettiti dal non vedere da qualche giorno la signora Pina; invece, l’altra sorella da alcune settimane non poteva muoversi dal letto.

La causa del decesso sarebbe da attribuire ad un malore per entrambe le sorelle. Sembra, infatti, che il magistrato abbia chiuso il caso in assenza di alcun segno di violenza.

Rintracciare i parenti non sarà un’operazione facile e richiederà tempo. Nel frattempo i due corpi sono nella camera mortuaria del comune di San Giovanni La Punta, come predisposto da un’ordinanza del sindaco, Nino Bellia.

I funerali, che sicuramente vedranno la partecipazione di buona parte del paese data la loro popolarità, si terranno non appena verranno trovati i parenti.

Commenti