Delitto Scarso: finisce in manette “la vacanza” del secondo omicida

Delitto Scarso: finisce in manette “la vacanza” del secondo omicida

SIRACUSA – Credeva di essere sfuggito alle manette, mentre invece è stato beccato.

Nuovi sviluppi, infatti, riguardo all’agghiacciante storia dell’omicidio dell’anziano Giuseppe Scarso, avvenuto a Siracusa lo scorso mese di ottobre.

Questa mattina è stato arrestato all’aeroporto Fiumicino di Roma Marco Gennaro, 19 anni, secondo complice di Andrea Tranchina, arrestato lo scorso 18 dicembre. Il malvivente era tornato dagli Stati Uniti, dove era stato ospitato da parenti della madre. Secondo alcune indiscrezioni il ragazzo aveva architettato il viaggio con lo scopo di prolungare la propria latitanza.

La squadra mobile, su delega della procura di Siracusa, ha monitorato i sistemi di video sorveglianza presenti all’interno dello scalo.

Così sono riusciti a beccare e ad ammanettare il ragazzo questa mattina alle 7, orario di arrivo dell’aereo, e in seguito lo hanno portato nel carcere di CIvitavecchia.  

Commenti