“Corpi a terra e sangue ovunque”, il racconto di un catanese a Barcellona. IL VIDEO

“Corpi a terra e sangue ovunque”, il racconto di un catanese a Barcellona. IL VIDEO

BARCELLONA – Intorno alle 17,00 di oggi un altro attacco terroristico ha scosso l’Europa: due uomini a bordo di due furgoni hanno travolto decine di persone sulla Rambla di Barcellona.

Un nostro lettore ci ha contattati riferendo di una situazione tragica.

“Intorno a me solo corpi agonizzanti e sangue ovunque. Si respira aria di terrore e non si può spiegare quello che ho provato nel vedere questo scempio”. Questo il breve racconto del nostro lettore che ha preferito rimanere nell’anonimato.

Le immagini che ci ha inviato sono davvero forti e sconsigliate a un pubblico sensibile.

Secondo quanto riferito delle autorità locali il bilancio sarebbe di almeno tredici morti e una ventina di feriti mentre prosegue la caccia ai due attentatori che sarebbero asserragliati all’interno di un ristorante turco del noto mercato spagnolo “La Boqueria” probabilmente insieme a diversi ostaggi.

Le autorità stanno cercando di negoziare una resa da alcune ore mentre la Farnesina non ha ancora dato alcun riscontro riguardo all’eventuale coinvolgimento di cittadini italiani.

La polizia catalana sarebbe già riuscita a risalire all’identità di uno degli attentatori e ad arrestarlo. A rendere noto l’arresto del magrebino è la tv locale RTVE. Si tratterebbe di Driss Oukabir un uomo bianco, 1,70 di altezza.

DD94FD83-A705-426A-B8C7-4902CA924CE6

 

Secondo il suo profilo Facebook sarebbe residente a Ripoll, un piccolo centro di circa 10mila abitanti al confine con la Francia. Sarebbe stato proprio lui a noleggiare il furgone che è andato a schiantarsi contro il chiosco dopo aver travolto decine di persone.

Profilo Fb Attentatore

Commenti