Catania, arrestato anche un ex eurodeputato per abusiva mediazione finanziaria

Catania, arrestato anche un ex eurodeputato per abusiva mediazione finanziaria

 CATANIA – I finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno messo agli arresti domiciliari 7 persone responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla mediazione creditizia, attraverso la quale sono stati tratti profitti illeciti per un totale di 4,2 milioni di euro.

Ad essere finiti tra le manette sono Domenico Marcuccio (1948), Davide Zuppelli (1974), Giuseppe Quattrocchi (1950), Placido Bruno (1951), Angelo Salvatore Porto (1963), Giampiero Meschino (1956) ed Andrea Conti (1947). Ad appoggiare l’organizzazione ci sarebbe anche l’ex eurodeputato Paolo Bartolozzi.

Le indagini riguardano il triennio 2009-2012. Attraverso intercettazioni telefoniche, accertamenti bancari ed acquisizioni documentali, si è potuti risalire al sistema. Nello specifico, Marcuccio, insieme a Quattrocchi, Bruno e Porto, individuava le imprese che, a causa della crisi, necessitassero di finanziamenti, chiedendo loro un anticipo del 50% della provvigione, utile per portare al termine la pratica del prestito.

Le banche interessate erano la Monte Paschi di Siena e la MPS Capital Service. Di quest’ultima faceva parte il funzionario Meschino, che indirizzava i clienti che si presentavano in banca a rivolgersi l Marcuccio.

Imprese

Le società vittime di questa organizzazione, alcune delle quali chiuse o in fallimento, erano distribuite su tutto il territorio italiano (Lombardia, Toscana, Lazio, Campania e Sicilia). In totale, dal 2009 al 2012, Marcuccio si è appropriato illecitamente di 4,2 milioni di euro. La somma complessiva dei prestiti richiesti è di 300 milioni. Nel 2013, nei confronti della sua ditta è stata contesta un’evasione fiscale di 6 milioni. Oggi, invece, è stato eseguito un decreto di sequestro di beni ed attività per circa 1,6 milioni.

Commenti