Catania, “Casa x tutti” denuncia la precaria assistenza dello IACP

Catania, “Casa x tutti” denuncia la precaria assistenza dello IACP

CATANIA – Nella giornata di oggi alcuni rappresentanti dei nuclei familiari del Comitato di lotta per la casa CASAXTUTTI hanno bloccato gli uffici dello IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) di via Dottor Consoli, per denunciare l’attuale “inutilità” di tale ufficio.

Con questa protesta, si segnala la drammatica situazione dell’emergenza abitativa e si cercano delle risposte sulle mancate assegnazioni degli alloggi popolari. 

Non si possono più aspettare i tempi infiniti della burocrazia e della cattiva gestione degli enti, come non si possono ignorare le indagini condotte tra il 2006 e il 2010. Quest’ultime hanno infatti portato sul banco degli imputati Santo Schillirò Rubino, ex direttore dell’IACP e attualmente dirigente dell’area contabile, e il figlio Ettore insieme ad altri dieci dirigenti e dipendenti dell’ente regionale. I reati di cui sono accusati sono truffa, abuso d’ufficio e falso ideologico.

Il direttore dello IACP è cambiato, ma i dipendenti restano gli stessi, non rispondendo alle 13 mila richiesta degli aventi diritto: in molti non riescono più a pagare l’affitto e c’è la necessità di avere un’abitazione dove poter alloggiare serenamente.

Il Comitato CASAXTUTTI, ormai da parecchi anni, affronta decine e decine di sfratti per morosità incolpevole e situazioni abitative critiche. Nella giornata di sabato 10 ottobre, alle 17:30, l’associazione rilancerà una protesta cittadina sotto la Prefettura di Catania.

Commenti