Catania, carabinieri sgominano il “self service” della droga

Catania, carabinieri sgominano il “self service” della droga

CATANIA – Erano in due ma avevano creato una rete di spaccio organizzata e fornitissima. A stroncare, nei pressi di piazza Dante, il self service della droga del week end i carabinieri che hanno arrestato in flagranza di reato Bernardo Russo,  catanese di 21 anni, e Salvatore Consoli, 44enne originario di Villasmundo, per spaccio di stupefacenti.

droga

I due, intorno alle 3 della scorsa notte, si trovavano in via Villascabrosa mentre erano intenti a vendere delle dosi ad alcuni clienti. A seguito di una perquisizione gli uomini dell’armi hanno rinvenuto e sequestrato 50 dosi di cocaina e 90 di marijuana. In più i due avevano circa 2500 euro in contanti, frutto dello spaccio del sabato sera.

Attualmente si trovano nel carcere di piazza Lanza.

Intanto anche i carabinieri di Fiumefreddo di Sicilia hanno arrestato due pusher di eroina nella serata di ieri.

Si tratta di Valerio Giuseppe Ragonesi, di 50 anni, e Sebastiano Antonino Leotta, di 49 anni, entrambi di Fiumefreddo e accusati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

A seguito di una perquisizione personale e domiciliare nell’abitazione dei due sono state trovate 3 dosi di eroina, 2 bilancini di precisione e 50 euro in contanti. Inoltre vi era materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi: il tutto è stato sequestrato.

Gli arrestati, su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati trattenuti camera nelle camere di sicurezza dell’arma in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

Commenti