Caso Loris, perquisiti il tablet del bambino e i profili social della madre e del padre

Caso Loris, perquisiti il tablet del bambino e i profili social della madre e del padre

AGRIGENTO – Altra visita nel carcere di Agrigento da parte dei carabinieri del Ros e dalla polizia di stato per Veronica Panarello, la mamma di Loris detenuta per l’omicidio del figlio di 8 anni.

I militari, eseguendo un decreto di perquisizione informatica disposto dalla procura di Ragusa, hanno passato ben 11 ore nella casa circondariale, passando al setaccio tutto il materiale informatico disponibile: dal tablet dello stesso Loris, alle e-mail della Panarello e del marito Davide Stival, passando per i profili sui social network e i messaggi scambiatisi. 

Ribadendo la sua innocenza, la Panarello si è dimostrata collaborativa, fornendo tutte le password di accesso e facilitando così il lavoro degli inquirenti, pregandoli, però, di non concentrarsi univocamente su di lei ma di cercare i veri assassini del figlio.

Commenti