Cantieri servizi a Riposto, “esperienza produttiva per la città”

Cantieri servizi a Riposto, “esperienza produttiva per la città”

RIPOSTO – È un bilancio tutto in positivo quello tracciato dal sindaco di Riposto, Enzo Caragliano, che esprime compiacimento e soddisfazione per gli esiti dei cantieri servizi finanziati dalla Regione che hanno coinvolto 42 lavoratori, impiegati in diverse attività dell’Ente comunale e suddivisi in tre distinti settori.

E’ stata una esperienza altamente positiva per la città – afferma Caragliano per i benefici ottenuti in termini di servizi resi alla collettività a cominciare dalla manutenzione del verde e per alcuni importanti interventi che necessitavano del supporto di forze lavorative. Al tempo stesso, seppure per tre mesi, stante l’attuale difficile congiuntura economica, abbiamo concretamente aiutato svariati soggetti in difficoltà e che hanno trovato nei cantieri una boccata di ossigeno”.

Relativamente alle prestazioni l’Amministrazione e l’Ufficio tecnico del Comune esprimono soddisfazione per i molteplici interventi eseguiti sul territorio: la manutenzione del cimitero comunale con la pulizia dei vialetti interni e la rimozione delle erbacce; la pulizia straordinaria del parco delle Kentie e gli interventi di riqualificazione nelle aiuole e spartitraffico di via Patti gli spazi verdi di via Ernesto Musumeci e via Caragliano; la manutenzione costante dell’area a verde all’interno della rotonda di piazza Matteotti, piazza delle Vittorie e nell’area interna di viale Amendola di pertinenza degli insediamenti di edilizia popolare; altre unità lavorative sono state impegnate nelle opere di manutenzione delle aree a verde di via Immacolata e via della Repubblica, all’interno dell’area perimetrale del comando Stazione dei carabinieri. E ancora: nell’area esterna dell’ex ostello della gioventù.

Prezioso si è poi rivelato il supporto di un gruppo di lavoratori anche nell’aggiornamento della segnaletica stradale orizzontale ridisegnata in diverse zone della città e nelle operazioni di trasloco di alcuni uffici comunali.

Commenti