Canicattì, caccia aperta alla “banda del caro estinto”

Canicattì, caccia aperta alla “banda del caro estinto”

CANICATTÌ – Continua a Canicattì la serie di furti nelle abitazioni lasciate vuote dai proprietari defunti, messi in atto dalla banda soprannominata la “banda del caro estinto”.

La banda seriale, infatti, da qualche tempo, durante le celebrazioni dei funerali, compie furti in abitazioni lasciate incustodite in seguito alla scomparsa di un familiare o dell’unico occupante.

L’ultimo episodio è stato registrato lunedì scorso quando, in un’abitazione del centro storico liberato dal proprietario deceduto, i ladri avrebbero aspettato che i familiari si recassero in chiesa per partecipare alle esequie, prima di entrare in azione.

In attesa di nuovi sviluppi dalle indagini, gli inquirenti stanno dando la caccia alla banda di sciacalli.

Commenti