“Calma piatta” in Amt, nuovo sciopero in arrivo: “Siamo stati abbandonati dalla politica”

“Calma piatta” in Amt, nuovo sciopero in arrivo: “Siamo stati abbandonati dalla politica”

CATANIA – Nulla cambia e tutto tace. L’ambiente all’interno dell’Azienda Metropolitana Trasporti di Catania si riscalda di nuovo. E non è colpa del caldo degli ultimi giorni!

Con un comunicato, Giovanni lo Schiavo, presidente regionale della Federazione Autonoma dei Sindacati dei Trasporti (Fast Confsal) , fa sapere di un possibile sciopero programmato da parte dei dipendenti Amt per lunedì prossimo.

“Dopo anni e mesi di colpevole silenzio da parte della politica locale e regionale – commenta Lo Schiavo nel comunicato – sia essa di destra, di sinistra, che quella rappresentata anche dal movimento 5 stelle, sulla triste vicenda Amt/spa, ancora oggi, assistiamo all’increscioso fatto che una città come Catania è priva di un ‘trasporto pubblico urbano’ degno di questo nome.”

Il presidente evidenzia come le sigle autonome Fast e Cisal siano state abbandonate dalla politica “miope e inconcludente”, mentre i sindacati, dal canto loro, si sarebbero battuti con numerosi scioperi a sostengo e a salvaguardia della partecipata e degli interessi dei lavoratori.

Importante, secondo il sindacalista, è la programmazione dell’incontro con l’assessore al bilancio del comune di Catania, Salvatore Andò, che, se non dovesse avvenire, potrebbe forzare i sindacati a indire lo sciopero del prossimo lunedì.

Al centro delle trattative la definizione dell'”Accordo quadro di secondo livello”, finalizzato a “neutralizzare” l’Ordine di Servizio n. 38 / 2016″, nonché il riconoscimento al personale di un Ticket, reso a disincentivare le giornate di malattia.

Commenti