Calci, pugni e una coltellata perché omosessuale: tre ragazzi in manette

Calci, pugni e una coltellata perché omosessuale: tre ragazzi in manette

MASCALI – È accaduto ieri notte a Mascali, in provincia di Catania, nei pressi di un Bar di Via Siculo Orientale, dove tre giovani del posto, rispettivamente di 18, 19 e 20 anni, armati di coltello, hanno aggredito un 44enne, anch’egli del luogo, verosimilmente per il solo fatto che fosse omosessuale.

La vittima, per sua fortuna, è riuscita a sfuggire alla furia degli assalitori – pugni e calci oltre a qualche fendente – rifugiandosi nella Stazione dei Carabinieri.

I militari lo hanno immediatamente soccorso e trasportato all’Ospedale di Taormina (ME) dove i medici lo hanno medicato refertandogli un “trauma cranico con ampia ferita da taglio del cuoio capelluto in sede parietale destra e trauma mandibolare” con una prognosi di giorni 15.

Contestualmente, i Carabinieri, coadiuvati dai colleghi della Compagnia di Giarre (CT) e della Stazione di Sant’Alfio (CT), hanno proceduto a ricercare ed arrestare i tre aggressori che, su disposizione del magistrato di turno, sono stati relegati ai domiciliari.

Ammessi al giudizio per direttissima dovranno difendersi dall’accusa di lesioni personali aggravate in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Commenti