Berretta: “Padiglione Norma piccolo spazio espositivo e pochi visitatori”

Berretta: “Padiglione Norma piccolo spazio espositivo e pochi visitatori”

CATANIA – “Una struttura di migliaia di metri quadrati, molto bella ma praticamente senza vita, senza attività e tagliata fuori dai flussi di transito dei passeggeri in arrivo all’aeroporto di Catania o in partenza”. È questa l’opinione di Giuseppe Berretta, deputato nazionale del Partito Democratico, riguardo al Padiglione Norma.

Il deputato dopo aver ascoltato le perplessità di diversi imprenditori locali sulla scarsa operatività del padiglione sollecita i vertici dell’aeroporto a dare risposte sul perché l’iniziativa non sia decollata e chiede al Governo nazionale, attraverso una interrogazione parlamentare, di vigilare sull’utilizzo delle risorse pubbliche destinate alla realizzazione del progetto.

padiglione norma2

Si tratta di un padiglione interamente rinnovato, realizzato nel vecchio terminal T4 dell’aeroporto Fontanarossa e inaugurato a luglio 2015 con l’intento di valorizzare le eccellenze gastronomiche siciliane – sottolinea Berretta –. Erano previsti punti vendita di prodotti di nicchia siciliani, uno spazio meeting, una scuola di cucina e ristoranti, in una logica di marketing territoriale ed in sinergia con UnionCamere Sicilia”.

“Oggi però il padiglione Norma risulta ridotto ad un piccolo spazio espositivo, con pochissimi prodotti e quasi nessun visitatore, nonostante le hostess presenti siano molto efficienti e preparate anche ad accogliere turisti stranieri” prosegue il deputato, che nell’interrogazione fa riferimento alle risorse utilizzate per realizzare Norma, un progetto “cofinanziato dall’assessorato regionale delle Attività produttive a valere sul PO FESR 2007-2013 e attuato utilizzando una parte del finanziamento di 80 milioni di euro concesso alla società Aeroporto Catania spa per la realizzazione del piano di investimenti dell’aeroporto, con il supporto di finanziatori istituzionali, in particolare Cassa depositi e prestiti e Banca europea per gli investimenti”.

padiglione norma1

“Un’iniziativa rimasta ferma anche perché la Sac ha disposto di bloccare il bando di gara, pubblicato il 3 luglio 2015, per l’assegnazione di un locale allestito all’interno dello spazio polifunzionale e per la gestione di una scuola di cucina ed attività di ristorazione – prosegue il deputato etneo del PD –. Inoltre la società ha pubblicato un successivo bando per la realizzazione di piccole aree di ristoro, per la produzione e vendita di pasta fresca, carne, prodotti siciliani di pasticceria e gastronomia, ma assegnando a questa selezione una funzione di mera indagine conoscitiva”.

“Mi auguro che la Sac, a seguito di queste sollecitazioni, vorrà rilanciare il progetto Norma, iniziativa di valorizzazione del nostro territorio purtroppo rimasta fino ad oggi sulla carta” conclude Berretta.

Commenti