Avvelenamento cani: nuovi casi nel Catanese

Avvelenamento cani: nuovi casi nel Catanese

CATANIA – L’avvelenamento dei cani, una dolorosissima piaga che purtroppo in questi tempi sta dilagando sempre più. Una cosa che fa infuriare in primis le associazioni animaliste, ma in genere tutti gli amanti degli animali che vedono il loro amico a quattro zampe quasi come una parte di sè.

L’ultimo terribile caso si è registrato a Catania, precisamente in via Fimia, nel piccolo rione comunemente chiamato dai catanesi Vulcania, dove un cane sarebbe rimasto vittima del veleno. La segnalazione è stata effettuata dall’associazione Teg4Friends Onlus che raccomanda ai proprietari di animali di prestare la massima attenzione durante le passeggiate.

Rimangono stazionarie invece le condizioni di una cagnetta inghiottita dal veleno nei pressi del cimitero di Pedara, sempre nel Catanese. La vittima dell’avvelenamento presentava una bavazione, conseguenza quest’ultima di un principio attivo contenuto in prodotti sintetici per uso agricolo.

Nello scorso 2016 gli avvelenamenti dei cani in Italia sono stati circa 23.550, 5.700 in più del 2015. Il 30 % di questi sono morti dopo atroci sofferenze. Da aggiungere anche i 2000 randagi che sono deceduti in seguito soprattutto al freddo degli ultimi mesi.    

Commenti