Avola, uomo armato terrorizza l’ospedale “Di Maria”

Avola, uomo armato terrorizza l’ospedale “Di Maria”

SIRACUSA – Scene da far west quelle che, nella giornata di oggi, hanno visto come protagonista un uomo armato introdursi nell’ospedale Di Maria, ad Avola.

Corrado Scala, avolese di 43 anni, entrato nella struttura ospedaliera, ha prima inveito contro il medico di turno, chiedendo siringhe e metadone, salvo poi, vedendosi rifiutata la sua richiesta, recarsi verso la sua autovettura per prendere un fucile calibro 12.Scala Corrado

Dopo aver sparato tre colpi, uno di questi al computer su cui stava lavorando un medico, che fortunatamente è rimasto illeso, ed aver fatto scappare il personale medico e i pazienti, l’uomo si è allontanato a bordo della sua auto, una station wagon, imboccando il vicino casello autostradale di Avola.

Fuga interrotta dallo stesso Scala che, dopo aver perso il controllo dell’auto, a causa della forte velocità, si è andato a schiantare contro un muretto ai lati della carreggiata, colpendo, però, prima, un ciclista, ricoverato, a causa delle contusioni riportate, all’ospedale “Umberto I” di Siracusa.

A questo punto i carabinieri di Siracusa, allertati dai colleghi di Noto che hanno intercettato l’uomo sulla SP 38, a ridosso dell’ippodromo di Cassibile, hanno potuto procedere all’arresto.

Dopo una perquisizione, i militari sono riusciti a ritrovare il fucile (a cui era stato grattato via il numero di matricola), gettato dall’arrestato nelle campagne circostanti, oltre a dodici cartucce calibro 12 e a mezzo grammo di cocaina contenuto in un involucro. Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato condotto e rinchiuso nella vicina casa circondariale di “Cavadonna”, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti