Auditorium intitolato al piccolo Loris. David Stival incontra Veronica

Auditorium intitolato al piccolo Loris. David Stival incontra Veronica

RAGUSA – Un auditorium sorgerà a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, intitolato alla memoria di Loris, il bambino di 8 anni ucciso e gettato in un canalone di contrada Vecchio Mulino.

Lo ha deciso il sindaco, Franca Iurato, che intende ”realizzare un punto utile all’aggregazione sociale nel nome del piccolo Loris Stival” e aggiunge “così tutta la comunità cittadina può ricordarlo quotidianamente”.

“Il Comune – ha concluso il sindaco – realizzerà l’auditorium affinché la drammatica vicenda della morte di Loris serva da monito per tutte le famiglie”.

E intanto la madre del bambino, Veronica Panarello, rimane dietro le sbarre del carcere di Agrigento con l’accusa di omicidio volontario e occultamento di cadavere.

A deciderlo è stato il Tribunale del Riesame respingendo la richiesta di annullamento dell’ordinanza di carcerazione avanzata dal legale della donna, Francesco Villardita.

Oggi,invece, l’incontro fra Veronica e il marito Davide Stival.

Si è concluso poco prima della 14. Con Davide c’era suo padre, Andrea, nonno di Loris.

Anche lui ha presenziato al colloquio con Veronica Panarello. La donna continua a dichiararsi innocente, ma l’impianto probatorio nei suoi confronti, che ha portato all’ordine di custodia cautelare in carcere per omicidio aggravato e occultamento di cadavere, ha retto al vaglio del Tribunale del riesame di Catania. Il difensore della donna, avvocato Francesco Villardita, sta valutando se presentare ricorso in Cassazione.

Commenti