Atrocità a Marsala: torturati e uccisi due cani meticci

Atrocità a Marsala: torturati e uccisi due cani meticci

MARSALA – Uno con la testa massacrata, l’altro strangolato: due cani meticci sono stati torturati ed uccisi.

Bastano queste poche parole per descrivere l’atrocità di questo gesto reso noto dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, che ha presentato una denuncia. Tutti e due gli animali sono stati trovati con le zampe legate in contrata Digerbato, a Marsala: diversi i colpi rifilati ai cani prima di ucciderli del tutto.

La presidente della Lndc, Piera Rosati, è rimasta sconvolta da questo orribile gesto, dichiarando che “eventi come questi mi provocano un enorme dolore e grande preoccupazione. Quelli erano due poveri cagnolini inermi che però hanno dato fiducia alla persona sbagliata. Sono molto preoccupata perché questi sono assassini, esseri disumani che sono capaci di gesti così crudeli su creature indifese e non rappresentano un pericolo soltanto per gli animali”. 

Inoltre, la Rosati ha sottolineato come ci sia il bisogno di attuare delle pene più severe per chi compie queste azioni ma, principalmente, ha richiamato l’attenzione di Enti, Istituzioni, forze dell’ordine e Magistratura affinché promuovano un vero e proprio cambiamento con fatti veri e propri.

Commenti