Ast a rischio: commissione Ue indaga sui finanziamenti ricevuti dalla Regione

Ast a rischio: commissione Ue indaga sui finanziamenti ricevuti dalla Regione

PALERMO – Il futuro dell’Ast (Azienda siciliana trasporti) e dei suoi quasi mille dipendenti è a rischio. 

A compromettere l’esistenza stessa di uno dei più longevi enti regionali, come riportato da Repubblica – Palermo, è un’indagine dell’Unione Europea sui contributi che l’azienda riceve dal 2006 dalla Regione Siciliana.

Palazzo d’Orleans ha avanzato la richiesta di una proroga di venti giorni per trovare le risposte ai rilievi che la commissione europea sta effettuando. 

Il sospetto di Bruxelles è che si tratti di “aiuti di Stato“. In particolare, sotto accusa ci sarebbero il contributo di ricapitolazione, ricevuto dal 2006 al 2009, e le sovvenzioni annuali sistematiche assegnato come contributi integrativi dal 2009. 

A conti fatti, l’Ast riceve ogni anno dalla Regione un finanziamento che varia dai 23 ai 25 milioni di euro. Soldi che, se venissero effettivamente etichettati come aiuti di Stato, cesserebbero di entrare nelle casse dell’azienda, e costringerebbero alla restituzione da parte di Palazzo d’Orleans dell’intera cifra erogata in questi anni, vale a dire almeno 200 milioni di euro.

Una prospettiva che si tradurrebbe nel fallimento dell’azienda siciliana, i cui vertici lamentano di non essere stati avvisati per tempo dalla Regione della procedura in corso.

Commenti