Assenteismo ad Acireale: arrivano le prime condanne

Assenteismo ad Acireale: arrivano le prime condanne

ACIREALE – Sono arrivate oggi le prime condanne, nell’ambito del processo con rito abbreviato in merito all’inchiesta per assenteismo nel Comune di Acireale, per truffa ai danni di ente pubblico e falsa attestazione di presenza sul luogo di lavoro.

La decisione è stata presa dal Gup di Catania, Flavia Panzano, che, accogliendo parzialmente le richieste del pm Pasquale Pacifico, ha sancito la condanna ad un anno di reclusione ed a 600 euro di multa per Teresa Messina, e a due anni di reclusione e 1000 euro di multa per Mario Primavera.

Soltanto un rinvio a giudizio, invece, per gli altri 16 dipendenti i quali, secondo quanto sostenuto dall’accusa, risultavano al lavoro nonostante fossero assenti. La prima udienza è stata fissata per giovedì 13 aprile dinanzi alla prima sezione del Tribunale.

L’arco temporale preso in considerazione dagli inquirenti è quello che va dal 26 febbraio al 13 marzo 2015 quando, a seguito di alcune segnalazioni dei cittadini, il commissariato di Acireale ha aperto un’indagine.

Ed è stato nel corso delle indagini che, durante un “blitz” effettuato negli uffici del Comune di Acireale, gli agenti non hanno trovato nessun dipendente al proprio posto nonostante la maggior parte risultasse presente proprio in quel giorno.

Commenti