Aggressione al Cannizzaro, Buscema: “Situazione davvero vergognosa”

Aggressione al Cannizzaro, Buscema: “Situazione davvero vergognosa”

CATANIA – “Tutto questo sta diventando una situazione davvero ignobile. Siamo davanti ad una società che si sta imbarbarendo ogni giorno di più, non c’è più il minimo rispetto per chi svolge correttamente questa professione”.

Sono queste le parole del presidente dell’Ordine dei medici di Catania, Massimo Buscema, in merito all’aggressione che è avvenuta questa mattina nel reparto di ginecologia dell’Ospedale Cannizzaro di Catania.

A farne le spese è stata la caposala del reparto che ha riportato diverse ferite ed anche delle fratture a causa di un’aggressione fisica compiuta da un neo papà tempestivamente fermato grazie all’intervento della polizia.

“In questo momento – ha continuato Buscema – la rete ospedaliera non ci permette di poter adeguare l’organico, anche se sono quasi quattro anni che denunciamo questo disagio con la speranza che al più presto possa essere adeguato per permetterci di poter far fronte a queste situazioni vergognose”.

Tutti noi – sottolinea il presidente dell’Ordine dei medici di Catania – dobbiamo fare bene il nostro dovere, dagli infermieri ai medici, dai governatori fino al semplice cittadino che deve imparare ad avere rispetto per chi svolge questa professione che è una delle più complicate che ci possano essere”.

“Noi medici dobbiamo sempre essere vicini alle esigenze di ogni singolo paziente. La gente deve capire che i medici fanno semplicemente il loro dovere e soprattutto devono poter lavorare in un ambiente sereno e non in un ‘ring da pugilato’. Spero vivamente di non dover più tornare a commentare certi fatti e che tutti noi, medici e non, possiamo ritornare – ha concluso Massimo Buscema – a svolgere il nostro lavoro con la massima professionalità e meticolosità”.

Commenti