Arrestato borseggiatore di bagnanti a Bagheria

Arrestato borseggiatore di bagnanti a Bagheria

BAGHERIA – Sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa di essere processato il 9 settembre prossimo, Casimiro Sampino, palermitano di 48 anni, dovrà rispondere di furto aggravato.

La ripetitività del suo “modus operandi” è stato, per diverso tempo, il suo più grande punto di forza, fino a quando, grazie all’intervento delle forze dell’ordine non si è ridotto al motivo principale del suo declino.

Con atteggiamento da “turista in vacanza”, attendeva pazientemente che i bagnati fossero andati a rinfrescarsi in acqua per entrare in azione e fare piazza pulita di borse, zaini, preziosi, denaro contante e quant’altro si potesse arraffare in quel frangente.

Gli oggetti temporaneamente incustoditi e lontani dall’occhio dei legittimi proprietari, scomparivano in un attimo mentre l’uomo si allontanava indisturbato.

I carabinieri di Bagheria, hanno dato seguito alle diverse segnalazioni provenienti dagli sfortunati villeggianti della spiaggia “Ippo Campo”, mettendosi sulle tracce dell’uomo che, nel frattempo, aveva racimolato un bel bottino.

Casimiro Sampino, 48 anni

Casimiro Sampino, 48 anni

Rintracciato sulla via litoranea, Sampino è stato fermato dai militari dell’Arma che lo hanno condotto nelle camere di sicurezza della compagnia di Bagheria, dove ha trascorso la notte, per essere poi tradotto nel Tribunale di Termini Imerese, per la celebrazione del rito direttissimo.

I legittimi proprietari sono stati invitati dai militari a formalizzare regolare denuncia, a seguito della quale la refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita.

La sinergia tra la fattiva collaborazione delle vittime e il tempestivo intervento dei carabinieri è stata fondamentale e decisiva per il ripristino della legalità.

Commenti